Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘baule’

In un giorno di sole di fine estate, che scalda ancora la pelle, sotto un cielo azzurro striato di nuvole dal bianco vivace, ritrovava a poco a poco la serenità di un tempo.

Non avrebbe dimenticato; avrebbe messo via quel doloroso pensiero, insistente quanto il frinire delle cavallette nelle sere al mare; l’avrebbe riposto sul fondo del baule della coscienza, tra vestiti e guanti dimessi.

L’avrebbe lasciato lì mentre lei sarebbe andata avanti, verso un nuovo futuro.

Read Full Post »

-Sei senza cuore!

Quasi per istinto, si portò una mano al petto, accompagnandola da un sussulto, quel tipo di sussulto che si fa quando, convinti di avere il portafoglio, si apre il borsello/la borsa con calma e vi si guarda dentro e, quando, alla prima occhiata il lestofante non salta sull’attenti, si comincia a spostare, con la dovuta tranquillità, la custodia degli occhiali, il pacchetto di sigarette, i fazzoletti, le chiavi di casa e, nulla trovando, la ricerca si fa spasmodica, non si guarda il contenuto ma si procede a mano intera all’interno del borsello/della borsa come se si stesse cercando il numero fortunato della lotteria; si procede al tatto, che la vista a volte inganna, ma si trovano soltanto la custodia degli occhiali, il pacchetto di sigarette, i fazzoletti, le chiavi di casa; come ultimo tentativo, con il timore quasi definitivo di non avercelo, il portafoglio.

Ebbene portò la mano al petto, trattenendo un po’ il respiro per oscurare tutti i sensi e lasciar spazio all’udito, unico capace di percepire il battito, segno che il cuore era al suo legittimo posto. Già, il suo cuore dov’era finito? Aveva finito per nasconderlo, per chiuderlo a chiave in un vecchio baule, che aveva poi trasportato con fatica e imprecazioni in un angolo della cantina, coperto da un vecchio lenzuolo, onde evitare di farci cadere la vista ogni qualvolta avesse messo piede in quella stanza umida.

Read Full Post »