Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mare’

Aveva il mare negli occhi

e d‘inchiostro i capelli

Annunci

Read Full Post »

La saggezza del mare sta

nell’essere sempre

alla giusta distanza dalla sua spiaggia.

Read Full Post »

Resta solo un lembo di luce, sovrastato da nubi di lanuggine opaca, sulle nostre teste arruffate.

Non sospira il vento, quieto riposa in grotte lontane, su rotte perdute in mezzo al mare.

Read Full Post »

Nell’umidità della sera, avvolta dal profumo delicato del gelsomino, mi accorgo appena del tuo respiro alle mie spalle, persa come sono nel calar del sole dietro le villette.
Come cambia tonalità  quel tratto di cielo!
Dapprima è vivo e giocoso, poi piano piano si rilassa in un rosa confetto, che a sua volta si tuffa in un arancione, un albicocca, per poi affogare con dolcezza in un misto di turchese verdastro, come se calasse il mare al posto del giorno.
E infine si veste di violetto quando tu posi le tue mani sulle mia spalle e finisci per stringermi, come se non fossi mai stata lì, come se non dovessi restarci ancora per molto.
Come se stessi per partire per uno di quei viaggi senza ritorno.
– Ancora un attimo!- ti chiedo o forse ti comando e le stelle sono subito lì, ornamento della notte buia.

Read Full Post »

L’aria tiepida di giugno solleticava la sabbia, sollevando alcuni granelli dorati. Il sole alto nel pomeriggio guardava non curante l’orizzonte, incapace di comprendere cosa fosse la notte.

Alcuni bagnanti solcavano il lungomare, sollevando piccole onde bianche attorno alle gambe, discutendo animatamente alcuni, altri osservando in silenzio dove poggiavano i piedi.

Un gruppetto di bambini era intento a costruire un castello con più torri, adornato da conchiglie e alghe strappate al moto ondoso.

Nel suo silenzio s’erano appartati suoni di discorsi mai tenuti, intrappolati in gola come bocconi amari che non si riesce a deglutire; le mani tremavano per un tic nervoso che non riusciva a placare, il respiro, fattosi accelerato, le faceva sussultare il petto magro alla disperata ricerca di ossigeno. Seduta, fissava il mare dinanzi a sè, per cercare la calma interiore a cui aspirava. Ogni volta che chiudeva gli occhi vedeva un volto, il suo volto, ma avrebbe dato qualsiasi cosa per non vederlo più. Troppo dolore, troppa ansia, troppe domande, –  che sarebbero rimaste senza risposte,- invadevano il suo essere rendendolo fragile e indifeso.

Una folata di vento le sussurrò qualcosa all’orecchio. Un bisbiglio, un mormorio, un fruscio nella sua testa. Riaprì gli occhi.

Read Full Post »

Random #96

Non mi serve un porto sicuro

mi basti tu, ancora in mare aperto.

Read Full Post »

Random #88

Il sole cambia le forme

e sbiadisce le foto.

Ma non potrà mai

cancellare il mare.

]old

Read Full Post »

Older Posts »

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

"If you want a happy ending, that depends, of course, on where you stop your story." - Orson Welles

FarOVale

Hearts on earth since 2012

Aspettando il caffè

libri & sconfinamenti

Sex and the cït Turin

“Don't be a bitch.” - “I'm not. I'm just being myself.”

FarOVale

Hearts on Earth

Il vuoto

(viaggio all'interno del cervello)

Creatori di Pensieri

"Strade e Pensieri per Domani"

leottodellasera

Un blog al crepuscolo.

Posta Via Gufo

Hand lettering, calligraphy and pretty things

(Re)flussi di coscienza

perché io non so scegliere uno shampoo, figuriamoci un titolo.

LUCIANO DORIA

PORTRAITS

The Honey Boat

disegno arcobaleni, danzo in punta di piedi. cosa aspetti? sali!! con la mia barca attraverseremo infiniti mari!! welcome into The Honey Boat!!

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Pensieri di una stagista

questo blog va letto con un bicchiere di vino in mano

***Ad esempio a me piace***

Il piacere è peccato. E che peccato sia!