Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pioggia’

Eri il riflesso del sole che si specchia nelle gocce di pioggia dopo il temporale,

eri il profumo di erba bagnata al cessar della tempesta,

lo squarcio di azzurro tra le ultime nuvole grigie.

Read Full Post »

Sulla mia schiena tamburellavano le tue dita come pioggia alla finestra,

scivolavano sul pallore della mie pelle come si sfiorano i tasti di un pianoforte.

E la musica, ah la musica che ne usciva

Read Full Post »

Pioggia forte sui vetri

tic tac tic tac.

Un orologio fermo

a scandire le ore.

I ricordi ad attraversarle.

Le lacrime a segnarle.

]old

Read Full Post »

Prenderai la mia mano tesa, di sangue intinta,
e la stringerai al tuo volto smarrito?
La perdonerai per ciò che ha fatto
e comprenderai il bisogno di silenzio perpetuo
che l’ha costretta ad agire?

Se ti giurassi che ho cercato un angelo lungo la strada,
il buon samaritano che cede le sue vesti strappate a chi è nudo,
che ho così incrociato gli sguardi dei passanti
per chiedere aiuto con occhi così appannati da ricordare la pioggia che batte fredda su finestre avvolte da tepore sopito,
ma essi,atterriti alla visione del mio volto trasfigurato,
sono fuggiti con le vesti tra le gambe
come quando la morte bussa alla porta
e non hai ancora finito di preparare la valigia e di salutare tutti,
mi accoglieresti tra le tue braccia?

La pietà non era della Terra la più diffusa delle qualità
e altro non mi è rimasto se non lasciarmi tutto quel peso alle spalle.
Farlo cadere è stato semplice, talmente liberatorio che avrei dovuto trovare il coraggio tempo addietro.
Soprattutto perché vederti accorrere alla mia volta
mi riempie il cuore di quella gioia che ti sei portata via intraprendendo il tuo viaggio.

Troverai, tu così devota, una breccia nella Grazia eterna per farmi aprire i dorati cancelli ?
So che farai del tuo meglio e molto di più.
Intanto stringi la mano insanguinata e prometti che non la lascerai più.

 

]old

Read Full Post »

Batteva sull’asfalto, si infrangeva in mille goccioline argentee che tutto riflettevano, come specchi appesi alle pareti di case antiche, quelli con le cornici rovinate dal tempo e dall’incuria.

Read Full Post »

Dal cielo cadevano

cristalli di luce

leggera.

Collimando col suolo bruno

si infrangevano in specchi.

Read Full Post »

Haiku #3

Nuvole basse

di pioggia cariche da

cui tu guardi giù.

Read Full Post »

Older Posts »