Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vita’

Aveva bisogno di abbracciare qualcuno – un bambino, un amante-, sentirlo e fare in modo di essere sentita. Stringere a sè una persona, essere stretti in un abbraccio, era la dimostrazione che si era vivi.

cit. Il museo delle promesse infrante – Elizabeth Buchan

Read Full Post »

Forse la vita non mi ha ancora ripagato

perché non ho sofferto abbastanza?

Read Full Post »

Tom pensò che era quello l’amore paterno. Rimanere sul bordo della vita dei figli senza mai oltrepassare. Una presenza di confine, una recinzione sul perimetro esterno. Una posizione scomoda eppur necessaria, doverosa. Una presenza leggera, di fianco. Una vita vissuta sul ciglio di quella di un altro essere umano. Forse nel suo caso però avrebbe dovuto sporgersi d ipiù, invadere ogni tanto, sconfinare, solo per dimostrare che lui era lì. La sua presenza non aveva mai pesato abbastanza nella vita dei figli, era sempre rimasto di lato.

cit. Gotico Americano – Ariana Farinelli

Read Full Post »

La gente pensa sempre che morire faccia male, ma non è così.

E’ vivere che ci fa male.

cit. Il paese del sale e delle stelle – Zeyn Joukhadar

Read Full Post »

“…e forse è proprio quello il senso della vita, mantenersi a galla in ciò che rimane dopo che quella cosa , che aveva una probabilità su un milione di capitare a te, ti è capitata… e l’unica briciola di controllo che puoi esercitare è cercare di tenere duro per non farti trascinare via…”

cit. Il cassetto dei ricordi perduti – Lynda Rutledge

Read Full Post »

La vita vola via come fiori di tarassaco soffiati da un vento improvviso, nelle calde sere d’estate.

Read Full Post »

Finiamo per provare vergogna ed umiliazione,

perfino per sentirci in colpa per le esperienze che non abbiamo affrontato nella vita,

come se fosse una nostra mancanza ad aver indotto la nostra esistenza su binari differenti da quelli degli altri.

Read Full Post »

Sono tante le cose della vita

che dovrebbero toglierti il fiato:

un sorriso, una carezza, un bacio

ma non l’ansia.

Read Full Post »

Spirava dal mare. Sostenuto e freddo.

Inspirai la salsedine a pieni polmoni. Bastò un attimo per ritrovarmi in un’altra epoca, un altro mondo, una vita fa.

Un altro me, una lei che lei lo sarebbe stata ancora.

Mi perdevo a fissare le gocce d’acqua che si asciugavano sulla sua pelle scottata dal sole. Mi perdevo tra le ciglia scure dei suoi occhi chiusi per ripararsi dal dolore della luce del mezzogiorno. Mi persi. In quel mare, sotto quel cielo, accanto a lei.

Mondi ora ci dividono.

Distanze ci separano.

Vite che non ci appartengono più.

Read Full Post »

Older Posts »